Fornace Falcone nasce nel 1999 da un'idea del suo fondatore, Raffaele Falcone, dopo le esperienze maturate negli anni all'interno delle proprie aziende quali “Terraviva” e “Vianova”. 

La Fornace Falcone produce manufatti in terracotta per molteplici impieghi di restauro filologico, recupero della tradizione e nuovi interventi. Tutta la lavorazione avviene esclusivamente a mano. 

Un prodotto non artigianale ma addirittura arcaico, in quanto già 2000 anni fa i romani realizzavano. Un prodotto quindi di altissimo pregio, destinato ad un'edilizia di qualità e ad una architettura di prestigio, con una versatilità tale da consentire la risoluzione dei più svariati problemi architettonici ed estetici in modo funzionale ed operativo.

La Fornace Falcone si colloca in una vallata nel cuore del parco dei Monti Picentini, territorio montano di notevole estensione (80 mila ettari) che comprende le provincie di Salerno ed Avellino. 

Quest'area rappresenta la più vasta distesa forestale, con alberi di castagno, ulivo, noce, acero, frassino, rovere e tiglio. Inoltre è il più ricco serbatoio d'acqua potabile del Sud Italia, infatti è da qui che nascono i fiumi Calore, Sele, Sarno e Ofanto. 

In questo scenario incantevole, che resiste ancora incontaminato, è facile incontrare lupi, volpi, lepri, falchi e cinghiali.